,

PCT E PAT: LE SOLUZIONI DI ECHO SISTEMI PIU’ VICINE AL PROFESSIONISTA

Configurazione_PAT

Dall’entrata in vigore dell’obbligatorietà dei depositi telematici, Echo Sistemi fornisce supporto, assistenza e formazione ai professionisti, operanti nel settore giuridico, che hanno dovuto adeguarsi alla partecipazione digitale nel Processo Civile e Amministrativo.

Siracusa, 19 Giugno 2019 – Il Processo Civile Telematico (PCT) e il Processo Amministrativo Telematico (PAT) rappresentano la mera digitalizzazione delle rispettive procedure giuridiche disciplinate nel nostro Ordinamento. L’introduzione di tali istituti ha consentito, e continua a farlo, l’eliminazione graduale della documentazione cartacea e una maggiore celerità di trasferimento dei dati tra gli organi e gli uffici amministrativi, quali parti del procedimento.

La tendenza alla digitalizzazione del processo, ha avuto origine negli anni Novanta, con l’emanazione di interventi legislativi e regolamentativi specificamente indirizzati. In tal senso possono citarsi: la Legge n. 53/1994 (modificato con D.L. n. 112/2008) concedente agli Avvocati e ai Procuratori legali la facoltà di effettuare notifiche, a mezzo PEC, di atti in materia civile, amministrativa e stragiudiziale; il secondo comma dell’art. 15 della Legge n. 59/1997 (in tema di semplificazione della Pubblica Amministrazione) disponente la validità e la rilevanza a tutti gli effetti di legge dei dati e dei documenti formati e trasmessi con strumenti informatici; il D.P.R. n. 123/2001 recante per la prima volta una disciplina sull’uso del supporto telematico all’interno del processo civile e amministrativo. Negli anni a seguire, ulteriori interventi e modifiche, sia di rango primario che terziario, hanno disciplinato gli aspetti tecnici e le modalità di trasmissione e certificazione dei documenti informatici: come il D. Lgs. n. 82/2005 (c.d. Codice dell’Amministrazione Digitale), il D.M. n. 44/2011, il D.M. n. 48/2013, la circolare del 23 Ottobre 2015 della DGMG.

Solo con la Legge di Stabilità del 2013 (L. n. 228/2012) si è integrato l’art. 16-bis al D.L. n. 179/2012 (c.d. Decreto Crescita), con il quale si stabilisce chea decorrere dal 30 giugno 2014 nei procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi al tribunale, il deposito degli atti processuali e dei documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite ha luogo esclusivamente con modalità telematiche“. A questi si aggiungono anche le Procedure Esecutive, rimanendo tuttavia esclusi i procedimenti instaurati, o da instaurare, innanzi al Giudice di Pace, alla Corte di Cassazione e al Tribunale per i minori.

Da oltre venticinque anni operante nel settore dell’informatica giuridica, Echo Sistemi ha ideato differenziate soluzioni di supporto e assistenza agli Avvocati, ai Consulenti Tecnici e a tutti i professionisti che interagiscono con il Processo Telematico.

Attraverso il servizio “Tutoring PCT“, lo staff di Echo Sistemi garantisce un’adeguata formazione al professionista, per ciò che attiene principalmente agli elementi necessari del PCT: ovvero la realizzazione dell’atto giuridico (nella forma consentita .xml o .pdf), l’apposizione della firma digitale, la creazione di una busta cifrata contenente la documentazione necessaria e infine l’invio telematico. Ciò avviene attraverso due modalità di supporto: la prima in loco, presso lo Studio del professionista, per la configurazione hardware e software e per un primo deposito telematico; la seconda a distanza, mediante tele assistenza o call center.

Di portata più ampia si presenta il Corso di avviamento al Processo Civile Telematico offerto con il servizio di “Tutto Quadra”. Oltre al singolo deposito telematico, lo staff di Echo Sistemi offre al professionista un percorso formativo allo scopo di garantire la conoscenza di tutte le informazioni necessarie per fruire del Portale dei Servizi Telematici per la Giustizia. L’Avvocato ha dunque la possibilità di beneficiare di una soluzione completa di servizi in cloud, che consentono la gestione e la consultazione dei registri di cancelleria, dei procedimenti pendenti e dei fascicoli (tramite il punto d’accesso), di inviare e gestire comunicazioni, notifiche e relate a mezzo PEC, pagare elettronicamente il contributo unificato od eventuali ulteriori spese di giustizia. Nella soluzione “Tutto Quadra” si concede inoltre l’opportunità di apprendere il funzionamento degli strumenti della Posta Elettronica Certificata e della Firma Digitale, necessari per l’invio e la certificazione della busta contenente l’atto da depositare telematicamente.

Tra le soluzioni offerte da Echo Sistemi, vi è inoltre il servizio di “Deposito Assistito degli atti telematici” per i professionisti che abbiano necessità di supporto durante l’iter procedurale. Lo staff, in questo caso, assiste l’Avvocato o il professionista mediante la tele assistenza, accompagnandolo fino all’invio telematico dell’atto.

Tutt’altra evoluzione digitale ha avuto invece il Processo Amministrativo Telematico. In attuazione del D. Lgs. n. 104/2010 (c.d. Codice del Processo Amministrativo – Allegati 1-2), il D.P.C.M. n. 40/2016 ha disciplinato le regole tecnico-operative per l’attuazione del processo amministrativo telematico a far data dal 1° Luglio 2016, poi prorogata al 1° Gennaio 2017 (con il D.L. n. 117/2016). Da tale ultima data, solo i nuovi ricorsi introdotti innanzi al TAR, al Consiglio di Stato o al CGARS devono obbligatoriamente depositarsi telematicamente. Dal 1° Gennaio 2018, anche i ricorsi antecedenti alla data del 1° Gennaio 2017, devono proseguirsi ai sensi della normativa attuativa del PAT.

A differenza del Pct, il deposito telematico dei ricorsi amministrativi si effettua mediante la compilazione di un modulo in formato “.pdf” scaricabile dal sito istituzionale della Giustizia Amministrativa, al quale allegare la relativa documentazione. Tale modulo va infine inviato tramite PEC, o, nei casi di dimensione superiore ai 30 megabyte, tramite il sito stesso, accedendo nella propria area di autenticazione, ovvero cliccando su “Upload”.

Anche per il PAT, Echo Sistemi si dimostra attenta ed offre soluzioni utili per i professionisti, soprattutto Avvocati, sempre allineate con le loro esigenze nell’ambito dell’informatica giuridica nella quale operano. Il “Corso PAT” consente infatti ai professionisti di essere formati ed affiancati da un personale qualificato per una corretta compilazione della modulistica, per un’esatta apposizione della firma digitale e per un regolare invio telematico tramite PEC o upload sul sito istituzionale. Il corso di formazione ha una durata di circa due ore lavorative.

Infine, con il servizio di “Configurazione PAT”, lo staff di Echo Sistemi assiste l’Avvocato in tele assistenza nella configurazione della propria postazione digitale (Adobe Acrobat Reader DC, Firma Digitale e PEC) per poter adempiere senza errori al deposito telematico dell’atto.

Dott. Luca Rossitto

Staff Echo Sistemi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *